Le indagini del Pew Research Center, incluso lo studio del 2020, mostrano che gli ebrei sono tra i gruppi più costantemente liberali e democratici nella popolazione statunitense. Sette adulti ebrei su dieci si identificano o si appoggiano al Partito Democratico e la metà descrive le loro opinioni politiche come liberali.

Questa inclinazione generale verso il Partito Democratico e i valori liberali va di pari passo con la disapprovazione dell’ex presidente repubblicano Donald Trump. In questo sondaggio, condotto da circa cinque a 12 mesi prima delle elezioni presidenziali del 2020, quasi tre quarti degli adulti ebrei disapprovavano il lavoro che Trump stava facendo come presidente, mentre solo il 27% lo ha valutato positivamente-molto al di sotto del 65% che ha approvato le prestazioni lavorative del presidente Barack Obama nel 2013.

Gli ebrei ortodossi, tuttavia, si distinguono come un piccolo sottogruppo (circa un adulto ebreo su dieci) il cui profilo politico è praticamente il contrario degli ebrei nel loro insieme: Il 60% degli ebrei ortodossi descrive le loro opinioni politiche come conservatrici, il 75% si identifica come repubblicani o si appoggia al GOP e l ‘ 81% ha approvato le prestazioni lavorative di Trump al momento del sondaggio.

La maggioranza di tutti gli ebrei intervistati, tra cui più della metà dei democratici, ha dichiarato di considerare Trump amichevole verso lo stato di Israele. Tuttavia solo circa un terzo (31%) ha dichiarato di essere amichevole nei confronti degli ebrei negli Stati Uniti, e il 37% lo ha descritto come ostile nei confronti degli ebrei statunitensi; il resto lo vedeva come neutrale. Ebrei ortodossi, ancora una volta, sono stati una grande eccezione: 77% ha detto Trump era amichevole con gli ebrei negli Stati Uniti, e quasi tutto il resto ha detto che era neutrale. Solo il 2% degli intervistati ortodossi lo ha descritto come ostile agli ebrei americani.

Nel complesso, gli ebrei statunitensi rimangono in gran parte democratici e liberali

 Tre quarti degli ebrei ortodossi si identificano o si appoggiano al Partito Repubblicano Gli ebrei statunitensi sono ancora oggi un gruppo in gran parte democratico e politicamente liberale, come lo sono stati per decenni. Nel complesso, circa sette su dieci si identificano o si appoggiano al Partito Democratico, incluso il 68% degli ebrei per religione e il 77% degli ebrei di nessuna religione. Solo il 26% degli ebrei statunitensi si identifica nel complesso con il Partito repubblicano o si appoggia al GOP.

Gli ebrei per religione sono considerevolmente più propensi dei cristiani statunitensi ad identificarsi o ad appoggiarsi al Partito Democratico; sembrano molto più simili agli americani religiosamente non affiliati a questo riguardo, con i democratici che costituiscono circa due terzi di ogni gruppo. Tra i sottogruppi cristiani, solo i protestanti neri mostrano livelli più elevati di sostegno democratico (86%).

Le indagini politiche del Pew Research Center condotte negli ultimi due decenni mostrano che gli ebrei si sono costantemente identificati con il Partito Democratico rispetto al GOP con un ampio margine.

La metà di tutti gli ebrei degli Stati Uniti si descrivono come liberali Inoltre, il nuovo sondaggio rileva che il 50% degli ebrei descrive le loro opinioni politiche come liberali, il triplo della quota di coloro che affermano di essere politicamente conservatori (16%). Gli ebrei di nessuna religione – un gruppo che è considerevolmente più giovane, in media, rispetto agli ebrei di religione-sono particolarmente propensi a definirsi liberali (62%).

Mentre gli ebrei nel complesso sono una coorte fortemente democratica e liberale, c’è un segmento della popolazione ebraica che è notevolmente più incline al conservatorismo e al GOP. Tre quarti degli ebrei ortodossi si identificano o si appoggiano al Partito Repubblicano, più di tre volte la quota che si identifica o si appoggia ai democratici (20%). E il 60% degli ebrei ortodossi descrive le loro opinioni politiche come conservatrici. In effetti, gli ebrei ortodossi hanno la stessa probabilità dei protestanti evangelici bianchi di favorire il GOP e descrivere le loro opinioni politiche come conservatrici.

Opinioni di Trump

Quasi tre quarti degli ebrei disapprovavano le prestazioni lavorative di Trump Lo status degli ebrei come gruppo prevalentemente democratico e liberale (oltre che altamente istruito e sproporzionatamente concentrato nel nord-est) lascia poche sorprese nelle loro opinioni generali su Donald Trump. Al momento del sondaggio, circa tre quarti degli Stati Uniti. Gli ebrei (73%) hanno dichiarato di disapprovare il lavoro che Trump stava facendo come presidente. In confronto, in un sondaggio del Pew Research Center sul pubblico in generale condotto a gennaio 2020, il 58% degli adulti statunitensi ha dichiarato di disapprovare le prestazioni lavorative di Trump.32

I voti di approvazione di Trump erano bassi in quasi tutti i sottogruppi ebraici. La maggioranza sostanziale delle donne ebree (75%) e degli uomini (70%) e degli ebrei di tutte le età disapprovava le prestazioni di Trump. Gli ebrei con livelli relativamente bassi di istruzione (scuola superiore o meno) erano più propensi dei laureati a dare a Trump un punteggio favorevole, ma anche in questo gruppo, una leggera maggioranza (57%) disapprovava la gestione di Trump della presidenza.

La principale eccezione (oltre ai repubblicani ebrei) erano gli ebrei ortodossi, l ‘ 81% dei quali approvava il lavoro che Trump stava facendo come presidente.

 Alla fine del 2019 e all'inizio del 2020, tre quarti degli Stati Uniti Gli ebrei credevano che il paese fosse sulla strada sbagliata Al momento in cui il sondaggio è stato messo in campo – mentre Trump era ancora presidente, ma soprattutto prima che la pandemia di coronavirus cominciasse ad avere un grande impatto sulla vita americana – una grande maggioranza di ebrei era insoddisfatta della direzione generale del paese. Alla domanda se le cose in questo paese erano “generalmente dirette nella giusta direzione” o “sulla strada sbagliata”, circa tre quarti degli ebrei nel complesso hanno detto che il paese era sulla strada sbagliata (76%).

I repubblicani ebrei, tuttavia, erano in gran parte soddisfatti della direzione del paese. Due terzi degli adulti ebrei che si identificano o si appoggiano al GOP hanno detto che il paese era diretto nella giusta direzione, un sentimento condiviso dal 54% degli ebrei ortodossi – e solo il 7% dei democratici ebrei.

 La stragrande maggioranza degli ebrei ortodossi ha valutato positivamente la politica della nazione verso Israele sotto Trump La disapprovazione generale di Trump tra gli ebrei statunitensi si estendeva alla sua gestione di questioni specifiche. Ad esempio, solo circa un quarto degli adulti ebrei ha valutato la gestione dell’immigrazione di Trump come eccellente (14%) o buona (10%), mentre tre quarti lo hanno definito solo equo (7%) o povero (67%). Ancora meno ebrei hanno dato a Trump voti eccellenti o buoni per la sua gestione dell’ambiente (19%).

Quando si trattava di politica degli Stati Uniti verso Israele, una quota un po ‘ più alta pensava che Trump stesse facendo un lavoro eccellente o buono (40%), anche se la maggior parte degli ebrei intervistati gli dava solo voti giusti o poveri sulla politica verso Israele (58%).

Gli ebrei per religione erano molto più propensi degli ebrei di nessuna religione a dare valutazioni positive alla politica israeliana di Trump (45% vs. 24%). E gli ebrei ortodossi si sono distinti per la loro schiacciante approvazione dell’approccio di Trump allo stato ebraico: Quasi nove ebrei ortodossi su dieci hanno affermato che la gestione di Trump della politica statunitense nei confronti di Israele era buona (16%) o eccellente (69%). Circa due terzi degli ortodossi hanno anche espresso opinioni positive sulla gestione dell’immigrazione e dell’ambiente da parte di Trump.

La maggior parte degli ebrei pensava che Trump fosse amichevole verso Israele, meno verso gli ebrei statunitensi

Indipendentemente da ciò che pensavano delle sue politiche, la maggioranza degli ebrei statunitensi (63%) ha detto che Trump era amichevole verso Israele, leggermente superiore alla quota che ha valutato il Partito Repubblicano in generale come amichevole verso lo stato ebraico (57%). Tra gli ebrei ortodossi, il 94% ha descritto Trump come amichevole con Israele – 21 punti percentuali in più rispetto alla quota di ebrei ortodossi che hanno detto lo stesso sul GOP al momento del sondaggio.

Anche tra i democratici ebrei, più della metà ha descritto Trump (55%) e il GOP (53%) come amichevoli verso Israele, anche se queste cifre erano molto più basse delle quote comparabili tra i repubblicani ebrei (85% e 73%, rispettivamente).

In confronto, il 45% degli ebrei statunitensi ha dichiarato che il Partito Democratico era amichevole verso Israele, incluso solo il 17% degli ebrei ortodossi che hanno espresso questa opinione. Mentre solo il 19% degli ebrei statunitensi ha descritto il Partito Democratico come ostile verso lo stato ebraico, completamente la metà degli ebrei ortodossi ha preso quella posizione (54%). Circa un terzo degli ebrei statunitensi (32%) ha dichiarato che il Partito Democratico era neutrale nei confronti di Israele.

Gli ebrei più anziani e quelli con una laurea erano più propensi di quelli che sono più giovani e meno istruiti, rispettivamente, a descrivere il Partito Democratico come amichevole verso Israele.

Maggioranza degli Stati Uniti Gli ebrei hanno descritto Trump come amichevole verso Israele

Anche se la maggioranza degli ebrei ha detto che sia Trump che il GOP erano amichevoli verso Israele, la maggior parte non pensava che questa posizione si estendesse agli ebrei negli Stati Uniti. Circa tre ebrei su dieci intervistati nel 2020 (31%) ha dichiarato che Trump era amichevole nei confronti degli ebrei negli Stati Uniti, e una quota simile (29%) ha detto lo stesso per il Partito repubblicano. Quasi quattro ebrei americani su dieci (37%) hanno dichiarato che Trump era ostile nei confronti degli ebrei statunitensi, mentre la visione prevalente nei confronti del GOP era che era neutrale nei confronti degli ebrei statunitensi (41%). Nel complesso, gli ebrei erano più propensi a descrivere il Partito Democratico come amichevole nei confronti degli ebrei negli Stati Uniti (52%) piuttosto che vedere il GOP in quel modo (29%).

Ancora una volta, tuttavia, gli ebrei ortodossi hanno espresso opinioni che differivano sostanzialmente dalla popolazione ebraica nel suo complesso. Quasi otto ebrei ortodossi su dieci (77%) hanno valutato Donald Trump come amichevole nei confronti degli ebrei negli Stati Uniti, mentre sei su dieci hanno detto lo stesso riguardo al Partito repubblicano. Al contrario, solo il 22% degli ebrei ortodossi ha valutato il Partito Democratico come amichevole nei confronti degli ebrei statunitensi.

 Metà degli Stati Uniti Gli ebrei dicono che il Partito democratico è amichevole verso gli ebrei americani

  1. Pew Research Center chiede regolarmente l’approvazione presidenziale nelle indagini statunitensi. Il sondaggio di gennaio 2020 è usato come punto di confronto qui perché coincide con il periodo di campo per la nuova indagine sugli ebrei ma precede l’inizio della pandemia di coronavirus. Il sondaggio di gennaio 2020 ha chiesto una versione leggermente diversa di questa domanda: “Approvi o disapprovi il modo in cui Donald Trump sta gestendo il suo lavoro come presidente?”e ha offerto due opzioni di risposta, “approvare” e ” disapprovare.”La domanda nel sondaggio condotto tra gli adulti ebrei statunitensi ha chiesto:” Approvi o disapprovi il lavoro che Donald Trump sta facendo come presidente?”e ha offerto quattro opzioni di risposta, “fortemente approva”,” un po ‘approva”,” un po ‘ disapprova “e” fortemente disapprova.” ↩

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.