L’India essendo una grande economia agraria ha una profonda connessione con l’agricoltura casearia fin dall’era vedica. L’agricoltura casearia in India contribuisce al 4% del suo PIL. Questo business in India è molto redditizio come abbiamo la sua domanda durante tutto l’anno. Da iniziare la nostra giornata con una tazza di tè caldo per le madri che corrono dopo i loro figli per convincerli a bere latte e in trepidante attesa per i gelati in estate calda per desi dolci ghee in feste indiane, abbiamo il latte in tutto il mondo come un fiocco. Il settore lattiero-caseario fornisce anche uno strumento per lo sviluppo socio-economico, e il governo indiano ha introdotto vari schemi e iniziative volte allo sviluppo delle aziende lattiero-casearie in India.

Quindi, se si sta progettando di ricominciare con un caseificio queste sono alcune cose da tenere a mente –

Cosa dice il tuo mercato?

Come ogni altra attività, è importante studiare il mercato che si desidera servire come la geografia, i redditi e i tipi di famiglie (nucleari o congiunte) al fine di analizzare quale tipo di latte venderà il meglio. Se si desidera lanciare un allevamento di vacche da latte o un allevamento di bufale da latte dipenderà dal consumo di grassi e dalle esigenze del mercato. Il latte di bufala è ricco di grassi mentre il latte vaccino ha un contenuto di grassi inferiore.

Noi come indiani cerchiamo il rapporto qualità-prezzo in tutto; anche il latte. Molte famiglie ancora oggi bollire il latte (anche se è pastorizzato) per ottenere il ‘Malai’ fuori di esso e fare Ghee. È una tradizione secolare che consente alle famiglie di risparmiare non solo sui costi facendo Ghee, ma ridurre il grasso dal latte e consumare anche ghee biologico fatto in casa.

Le aree ad alta concentrazione di famiglie nucleari con un reddito disponibile elevato preferiranno acquistare latte magro e potranno pagare un premio per il latte vaccino. Le aree con la popolazione di bambini di età inferiore ai 10 anni vedranno una maggiore domanda di latte vaccino A2 desi per la sua facilità di digestione!

La razza

È estremamente importante conoscere i gusti e le pratiche del mercato o della città in cui intendi lanciare il tuo caseificio prima di scegliere la razza. Ci sono numerose razze di bufali indiani come Murrah, Surti, Jaffarabadi e razze di mucche popolari come Gir, Sahiwal, Sindhi rosso, Tharpakar che sono indiani. Le razze occidentali come Holstein Freian, Brown Swiss, Jersey sono utilizzate principalmente per la produzione di carne. Le razze di vacche indiane producono latte contenente proteina beta-caseina A2 che è considerata la migliore dopo il latte materno. Le razze indiane producono quantità di latte significativamente inferiori rispetto alle razze occidentali e governeranno i prezzi del tuo prodotto.

La qualità della razza

Mentre acquisti il bestiame, prova a mungere il bestiame 3 volte prima di acquistarlo. Per un bufalo, la produzione media di latte dovrebbe essere di almeno 12 litri e per una mucca di almeno 16-17 litri. Per ottenere una fornitura regolare di latte, non comprare tutto il bestiame in una volta, si dovrebbe comprare a un intervallo mensile di 2 mesi.

Foraggio nutriente per un “MOOOO” più forte

Fornire al bestiame acqua potabile pulita è di importanza equivalente. Nessun animale richiede acqua potabile pulita tanto quanto richiede l’animale che produce latte. Per produrre 1 litro di latte fresco il bestiame richiede 5 litri di acqua pulita e fresca.

Venendo al cibo, nutrire sempre il bestiame con carichi di foraggio verde. Di solito, la gente considera l’acquisto di foraggio nelle stagioni di punta di Rakshbandhan a Baisakhi come il tempo in quei mesi favorisce la crescita di erbe verdi e quindi, abbastanza foraggio verde è disponibile. Il foraggio verde aiuta a produrre più latte e risparmia il costo dell’alimentazione per il proprietario. Timoteo, trifoglio ed erba medica sono i migliori tipi di foraggio verde da dare al bestiame.

Una casa per loro

Il capannone per la produzione di latte non dovrebbe essere un incasello in qualche angolo della città. Dovrebbe essere ben ventilato; i pavimenti dovrebbero essere non scivolosi. Il capannone dovrebbe essere lontano dal ciglio della strada almeno 900 sq.mt lontano e non essere posizionato nelle zone più basse come durante le forti piogge l’acqua riempirà quelle aree prima. Generalmente, 40-80-sq. ft spazio aperto è richiesto per animale.

Mantenerli liberi da malattie e in forma

Si raccomanda di avere un medico veterinario nelle vicinanze dell’azienda agricola per garantire facilità di accesso e disponibilità. Tenere sempre il bestiame vaccinato tempestivamente da un medico veterinario. Per mantenerli in forma, lasciarli slegati in un capanno, poiché muoversi liberamente ridurrà il gonfiore in essi. Nel caso in cui l’azienda lattiero-casearia abbia oltre 100 mucche / bufali, è altamente raccomandato nominare il veterinario nell’azienda stessa.

Commercializzazione per l’azienda lattiero-casearia

Anche se le barriere per i nuovi entranti di avviare un’azienda lattiero-casearia è bassa, ma la concorrenza in questo settore è molto alta. Capire quale sarà la proposta di vendita unica di un business lattiero-caseario se stiamo servendo A2 desi latte, latte per gli intolleranti al lattosio, o abbiamo un app speciale o un forte database dei clienti che hanno sottoscritto i piani mensili o piani di latte trimestrali del vostro caseificio ecc. qualsiasi cosa possa essere.

Come detto, l’azienda lattiero-casearia è un’attività redditizia, ma allo stesso tempo ha una serie di numerosi ostacoli da ottenere un volume costante di latte a mantenere il bestiame privo di malattie. Per, un caseificio per distinguersi completamente è essenziale comprendere il modello di consumo del mercato che servirà e quindi progettare soluzioni che ruotano i punti dolenti dei consumatori.

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.