Ragazza seduta con il suo cucciolo che sembra triste

Foto:

Come un bambino che ha iniziato a lottare con il suo peso intorno all’età di sette anni, il figlio più giovane di Nancy Leslie, Cameron, è stato preso in giro dai compagni di classe tutto il tempo. “Ha anche lasciato le lezioni di vela perché è stato preso in giro per il suo peso”, dice The North Bay, Ont., madre di tre figli. E quando Cameron è stato vittima di bullismo per il suo peso a scuola, gli insegnanti e le autorità scolastiche non sarebbero intervenuti. “Il loro atteggiamento era, beh, è un ragazzo grasso, verrà preso in giro. I bambini sono crudeli”, dice Leslie.

Una nuova dichiarazione politica dell’American Academy of Pediatrics mira a sensibilizzare sul tipo di stigma che i bambini come Cameron affrontano ogni giorno. Secondo l’autore principale Stephen Pont, un Austin, Texas, pediatra e direttore fondatore della sezione AAP sull’obesità, il senso di colpa e la vergogna che i bambini provano quando vengono individuati a causa delle loro dimensioni è dannoso in diversi modi. “La ricerca sta ora dimostrando che lo stigma del peso può portare a cose come l’isolamento sociale, l’abbuffata, il non andare dal medico e la diminuzione dell’attività fisica, creando un ciclo di feedback negativo che si traduce in un aumento di peso”, spiega.

La caduta emotiva e psicologica è ancora peggiore: Pont e i suoi coautori citano ricerche che dimostrano che la presa in giro e il bullismo basati sul peso sono legati ad un aumentato rischio di problemi che vanno dall’ansia all’abuso di sostanze. È anche associato a un doppio salto nelle probabilità di pensare o tentare il suicidio.

Pubblicità

Più di 5.000 educatori che hanno risposto a un sondaggio della US National Education Association hanno dichiarato che il bullismo basato sul peso era più un problema del bullismo che coinvolgeva osservazioni sessiste o bullismo a causa dell’orientamento sessuale o della disabilità. E un recente studio multinazionale (tra cui Canada, Austria e Islanda) ha scoperto che il peso era il motivo più comune per cui i giovani sono vittime di bullismo.

E non sono solo altri bambini che sono colpevoli di svergognare i bambini che lottano con il loro peso, intenzionalmente o in altro modo. “Sfortunatamente, gli operatori sanitari sono alcuni dei peggiori espositori di stigma del peso”, osserva Pont. Secondo il documento AAP, gli operatori sanitari ” spesso vedono i pazienti con obesità come pigri, privi di autocontrollo e meno intelligenti.”

Anche insegnanti e genitori contribuiscono alla vergogna. Ad esempio, secondo i dati di uno studio statunitense su larga scala su bambini in età prescolare e bambini della scuola materna, gli insegnanti valutano le prestazioni accademiche degli studenti con obesità peggiori di quanto suggeriscano le loro prestazioni di test. Un altro studio ha rilevato che il 37 per cento degli adolescenti che frequentano il campo di perdita di peso era stato preso in giro o vittima di bullismo sul loro peso da un genitore, mentre un sondaggio di donne con obesità ha rilevato che il 53 per cento aveva sperimentato lo stigma del peso dalle loro madri e il 44 per cento aveva dai loro padri.

Molto di questo può essere involontario. “Quando si tratta di parlare di peso con i bambini, troppo spesso i genitori ben intenzionati possono finire per comunicare messaggi critici, giudicanti o che inducono vergogna”, afferma Rebecca Puhl, uno degli autori del documento AAP e vice direttore del Rudd Centre for Food Policy and Obesity presso l’Università del Connecticut. Ad esempio, Leslie ricorda un membro della famiglia che non si sarebbe sognato di chiamare Cameron fat dicendogli di indossare una maglietta prima di andare all’aperto, presumibilmente per impedire ad altri di prenderlo in giro.

Pubblicità

L’AAP ha ideato alcune raccomandazioni per i pediatri che parlano ai bambini con dimensioni corporee più grandi, ma molti dei messaggi sono rilevanti anche per i genitori. Qui ci sono alcune cose da tenere a mente quando si parla di bambini con obesità—o qualsiasi bambino, per quella materia.

Considera il quadro generale. Dal reddito e dal background etnico a una cultura che incoraggia scelte malsane ad ogni turno, ci sono molti fattori al di fuori del controllo di un bambino che possono contribuire all’obesità. Quindi non impantanarti nel incolpare tuo figlio, o te stesso, per il suo peso.

Guarda la tua lingua. “Quando le conversazioni si concentrano su quanto pesa un bambino o sulle dimensioni del suo corpo, può facilmente diventare angosciante per i bambini”, dice Puhl. “I genitori dovrebbero concentrare i loro commenti sulla salute o sui comportamenti di salute di un bambino, piuttosto che sul numero sulla scala.”E offri una guida positiva-invece di dire ai bambini di non mangiare determinati cibi, offri lodi quando scelgono quelli sani. Controlla l’applicazione gratuita ChangeTalk: Obesità infantile per ulteriori suggerimenti. E pensa a come parli del tuo corpo: i tuoi figli stanno ascoltando e imparando quando ti lamenti ti senti grasso, o che odi le tue cosce grosse.

Dare il buon esempio. “Modellare comportamenti sani a casa e creare un ambiente domestico che renda facile per tutti impegnarsi in un’alimentazione sana e attività fisica è un modo positivo per migliorare la salute per tutta la famiglia”, afferma Puhl. “Tutti—indipendentemente dalle dimensioni o dal peso corporeo-beneficiano di comportamenti sani.”Inizia facendo piccoli cambiamenti sostenibili, come cucinare un altro pasto da zero insieme a settimana o giocare fuori con i tuoi bambini dopo cena.

Monitor media. Dalle battute grasse in Kung Fu Panda al gatto con gli stivali che sollecita un altro personaggio a dieta in Shrek The Third, un sacco di intrattenimento per bambini—incluso il 70% dei film—contiene almeno un esempio di stigma di peso. Se un libro o uno spettacolo mostra lo stigma del peso, puoi passare a un altro, o almeno parlare del motivo per cui tale comportamento è doloroso.

Pubblicità

Guarda per segnali di pericolo. “Se i genitori vedono che il loro bambino sta vivendo un disagio emotivo legato al loro peso, o è vittima di bullismo per il loro peso, è importante prenderlo sul serio”, sottolinea Puhl. “Questo può significare risolvere i problemi con il loro bambino per identificare i modi per evitare futuri incidenti di bullismo, ma anche parlare con insegnanti o amministratori scolastici se la situazione continua, e parlare con il pediatra del loro bambino se sono preoccupati che queste esperienze stiano influenzando il benessere emotivo o la salute fisica del loro bambino.”

*I nomi sono stati cambiati.

Come tuo figlio può aiutare a fermare il bullismo
I genitori in un modo possono combattere l’obesità infantile

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.