Per saperne di più sul fiume più potente del mondo con questi fatti Rio delle Amazzoni strabiliante!

Amazon River facts

Pieno di superlativi, il Rio delle Amazzoni è un luogo unico e intrigante al mondo.

Con una fauna senza rivali e una flora fantastica, il fiume amazzonico è pieno di sconosciuti, ma non per molto.

Nell’articolo di oggi, imparerai di più su questo luogo misterioso brulicante di vita di tutte le forme.

Ecco i 47 fatti più interessanti sul Rio delle Amazzoni! Divertiti!

Fatti sul Rio delle Amazzoni

Il Rio delle Amazzoni è il più grande fiume della Terra per volume d’acqua, raggiungendo un’altitudine di 18.366 piedi (5.598 m) sul livello del mare.

Scorre per 4.000 miglia (6.400 km), è il secondo fiume più lungo dopo il Nilo.

Il Rio delle Amazzoni è profondo almeno 66 piedi (20 m) in un punto particolare e fino a 330 piedi (100 m) nei punti più profondi.

In tutto, è da 1 a 6,2 miglia (1.6 a 10 km) di larghezza durante la stagione secca, ma può raggiungere 30 miglia (48 km) di larghezza al culmine della stagione delle piogge (da aprile a giugno/luglio) con la corrente che viaggia più di 4 mph (6,4 km / h).

Barca che attraversa il Rio delle Amazzoni nella foresta pluviale
Rio delle Amazzoni

La maggior parte del fiume scorre attraverso il Perù e il Brasile, iniziando in alto nella catena montuosa delle Ande come un piccolo affluente chiamato Carhuasanta e sfociando nell’Oceano Atlantico sulla costa settentrionale del Brasile. I suoi 1.100 affluenti, tuttavia, assicurano che si estende in molti paesi, tra cui Colombia, Bolivia, Ecuador, Venezuela, Guyana, Suriname e Guiana francese.

Alcuni dei suoi affluenti eseguire fino a 932 km (1.500 km) di lunghezza, il più grande tra Madeira che abbracciano la Bolivia e il Brasile a 2.082 miglia (3,352 km), il Purus viaggio in Perù e in Brasile a 1,995 miglia (3,211 km), e Japurá che abbracciano la Colombia e il Brasile a 1750 miglia (2,820 km).

Un’esplorazione del fiume del 2011 ha portato gli scienziati a concludere che prima dell’esistenza delle Ande, il Rio delle Amazzoni scorreva verso est nel Pacifico.

Uno studio del 2014 ha confermato il fiume Mantaro in Perù come la sua fonte più lontana.

prevede l'Incontro delle acque nel tuo viaggio in Brasile
Incontro delle Acque: Il fangoso rio delle Amazzoni e il Fiume Oscuro insieme

Circa il 20% del globale di scarico – la quantità di acqua dolce di entrare in oceano – deriva dal rio delle Amazzoni, con i 219.000 di metri cubi di acqua dolce di raggiungere l’oceano ogni secondo.

Il bacino amazzonico – grandi aree di terra che drenano nel Rio delle Amazzoni e le sue migliaia di affluenti – è il più grande bacino di drenaggio del mondo, che copre una strabiliante 2.700.000 miglia quadrate (7.000.000 kmq) e occupa il 40% dell’intero Sud America.

Il fiume era inizialmente conosciuto come fiume Marañón, il nome con cui la parte peruviana è ancora chiamata oggi.

L’origine del nome Amazon è contestata. L’account ampiamente accettato coinvolge l’esploratore spagnolo Francisco de Orellana che si dice abbia chiamato il fiume Amazzonia dopo essersi impegnato in battaglia con guerriere femminili che ricordano le amazzoni della mitologia greca durante il suo viaggio del 16 ° secolo attraverso il fiume.

Barca di legno sul Rio delle Amazzoni, Brasile
Fatti interessanti del Rio delle Amazzoni

Orellana fu il primo europeo a viaggiare dalla sorgente del fiume nelle Ande fino alla foce, partendo con Gonzalo Pizarro nel 1541 e arrivando il 24 agosto 1542.

Altri ricercatori affermano che il nome deriva da Amassona, una parola nativa americana che significa ‘cacciatorpediniere.’

Il conquistador spagnolo Vicente Yañez Pinzón fu il primo europeo documentato a vedere il fiume, nel marzo del 1500.

L’esploratore portoghese Pedro Teixeira fu il primo europeo a percorrere l’intero fiume, arrivando a Quito nel 1637.

I primi battelli a vapore iniziarono ad operare sul Rio delle Amazzoni nel 1853 dopo la dichiarazione dell’imperatore Pedro II del Brasile del 1850 che autorizzava la navigazione a vapore.

Meandri del Rio delle Amazzoni da parte della NASA
Immagine satellitare che mostra i mutevoli modelli fluviali del Rio delle Amazzoni. Immagine: NASA, di pubblico dominio.

Due terzi del Rio delle Amazzoni si trova in Brasile, e una quantità significativa di questo si snoda attraverso la foresta pluviale amazzonica. Per questo motivo, non ci sono ponti attraverso l’intero fiume.

Il trasporto è limitato alle barche e alle poche strade che attraversano la giungla. Questa combinazione di fiume e foresta produce paludi, torrenti, acque fangose e paludi che offrono abitazione a una vasta gamma di flora e fauna.

Foresta pluviale amazzonica fatti: Questa foresta tropicale, che circonda questo fiume, ha davvero numeri animali strabilianti: 1.500 specie di anfibi tra cui 80 specie di rane, 2.5 milioni di specie di insetti, 430 specie di mammiferi, 1.800 specie di uccelli, 2.500 specie di farfalle, 450 diversi rettili, da 40.000 a 70.000 specie di piante, 10.000 diversi tipi di alberi, più di 3 miliardi di singoli alberi che raggiungono una vertiginosa altezza di 200 piedi (60 m).

Il Rio delle Amazzoni ospita migliaia di forme di vita uniche, tra cui il capibara – il più grande roditore del mondo, il temibile caimano nero, un predatore di coccodrilli altamente minacciato che pesa fino a 1.984 libbre (900 kg) e raggiunge i 16.4 piedi (5 m) di lunghezza, e il Lamantino Rio delle Amazzoni, noto anche come avvistamenti di mucca di mare di cui è in parte responsabile per i miti sirena e la popolazione di cui si è rapidamente ridotto principalmente a causa della caccia.

Delfino rosa nel rio delle Amazzoni
Delfino rosa vicino al Rio delle Amazzoni

Il Rio delle Amazzoni è l’habitat primario di molti animali, come la lontra gigante, chiamata anche lupo di fiume; Arapaima, noto alla gente del posto come pirarucu, una delle più grandi specie di pesci d’acqua dolce, che cresce fino a 15 piedi; Anaconda, una delle più grandi specie di serpente che trascorre la maggior parte del suo tempo in acqua e prede sul bestiame e altri mammiferi; piranha, una specie onnivora di pesci che si muovono in grandi branchi. Questo è in aggiunta a innumerevoli pesci gatto, anguille elettriche, razze, squali toro, granchi, alghe, tartarughe e delfini di fiume rosa.

Grazie alla foresta pluviale amazzonica, che copre un enorme 60% del Perù, quel paese ha più tipi di uccelli che in qualsiasi altra parte del globo, vicino a 2.000 specie. Ci sono più specie di uccelli in Perù che in tutto il Nord America. Il Perù ospita anche il 3 ° numero più significativo di mammiferi, ospitando circa 300 specie.

Un fatto leggermente divertente del Rio delle Amazzoni è che i ricercatori non possono dire esattamente dove finisce il fiume e inizia l’Oceano Atlantico.

Foresta Amazzonica in Brasile
foresta Pluviale Brasiliana

Più di un terzo di tutte le specie conosciute sulla Terra vivono nella Foresta Amazzonica, la più grande foresta pluviale del mondo e i più ricchi in termini di biodiversità, attraverso la quale il rio delle Amazzoni scorre.

Ci sono oltre 5.000 specie di pesci nel bacino amazzonico e più continuano ad essere scoperti ogni anno.

La più grande specie di delfino fluviale – che cresce fino a 2,6 metri (8,5 piedi) – vive nel rio delle Amazzoni. Il delfino del Rio delle Amazzoni è un animale mistico in Brasile noto alla gente del posto come boto. Nella cultura popolare brasiliana, si ritiene che possieda poteri magici, probabilmente a causa dei cambiamenti di colore e aspetto che si verificano man mano che maturano e il fatto che gli avvistamenti del pesce sono rari.

Il Rio delle Amazzoni subisce molte fluttuazioni come le stagioni cambiano, salendo fino a 30 piedi (9 m) ogni anno durante la stagione delle piogge, con i cicli di grandi inondazioni che si verificano tra aprile e giugno, circa due mesi dopo il picco più alto nella stagione delle piogge.

Casa costa Amazon Fiume vicino a Manaus
Elevato di casa (per evitare inondazioni) presso la riva del rio delle Amazzoni, vicino a Manaus

Nel 2007, Martin Strel’, Sloveno nuotatore che in precedenza aveva nuotato la lunghezza di molti fiumi, tra cui il Mississippi, nuotato l’acqua del rio delle Amazzoni, in 66 giorni, nuoto fino a 10 ore ogni giorno. Ha ricevuto un Guinness World Record per il nuoto a lunga distanza per i suoi sforzi.

Nel 2011, gli scienziati hanno confermato la presenza di un altro fiume che scorre 2,5 miglia (4 km) sotto il Rio delle Amazzoni. Anche se molto meno in volume, questo fiume è pensato per essere 4 volte più largo del Rio delle Amazzoni è.

Un altro fatto incredibile sul Rio delle Amazzoni è che la sabbia del deserto che soffia da lontano come il Sahara fornisce al fiume minerali necessari come il fosforo.

Molte minacce stanno affrontando il bacino del Rio delle Amazzoni e i suoi dintorni. Primo tra loro sono la deforestazione e alloggio per lo più in Brasile–fondamentalmente attività umana. Fino a 373 miglia (600 km) di spazio foresta tropicale viene deforestato ogni anno per fornire carbone per le piante di ghisa, legno duro per mobili e materiali da costruzione, così come lo spazio per l’allevamento di bovini. Infatti, l’allevamento di bovini rappresenta l ‘ 80% della deforestazione a causa di una combinazione fatale di crescita della popolazione e alto consumo di carne. Le industrie in crescita significano anche piccoli agricoltori vengono spinti ulteriormente nella foresta e spesso spazio libero per l’agricoltura.

Pila di alberi tagliati
La deforestazione è una grande questione della foresta pluviale amazzonica

In assenza di alberi per trattenere il terreno circostante, quest’ultimo si lava nel fiume, soffocando la vita acquatica.

Oltre 232.000 miglia quadrate (600.000 sq. km) della foresta è stata distrutta dal 1970.

La provincia minerale di Carajás, nello Stato del Pará, in Brasile, è un’area che contiene grandi giacimenti di rame oltre a oro, manganese e minerale di ferro. Questa regione ha visto molte attività minerarie che causano deforestazione e inquinamento.

I deflussi minerari e dei pascoli contaminano il fiume e influenzano la qualità dei prodotti alimentari, minacciando così la sopravvivenza delle comunità locali e indigene.

Il mercurio derivante dall’estrazione dell’oro si trova in grandi quantità fino al 90% dei pesci catturati in alcune parti del Rio delle Amazzoni. Il mercurio è dannoso per l’uomo e anche per l’atmosfera.

Amazzonia brasiliana che brucia
Amazzonia brasiliana che brucia in cenere

L’estrazione di oro e fosfato ha portato all’invasione delle terre indigene causando conflitti nella regione. Molte volte è richiesto l’intervento dell’esercito.

La pesca eccessiva è un’altra minaccia per il Rio delle Amazzoni. La pesca commerciale è in aumento a causa delle esportazioni straniere e dell’alimentazione della crescente popolazione locale.

Il commercio illegale di fauna selvatica è un grande business, vale fino a 20 miliardi di dollari all’anno. Ciò ha portato ad un aumento del bracconaggio e del contrabbando. Le piante e gli animali vengono portati all’estero e venduti come animali domestici o utilizzati per scopi medicinali. La caccia illegale di animali per il cibo o per l’uso come materie prime ha portato alla scomparsa di molti animali dalla foresta. Ogni anno vengono raccolti fino a 20 milioni di mammiferi, uccelli e rettili. Queste attività hanno un effetto dannoso sul complesso ecosistema amazzonico e hanno portato alla messa in pericolo di molte specie amazzoniche.

Arginare e limitare il flusso del fiume per progetti idroelettrici portano all’allagamento della foresta e alla distruzione della fauna locale.

Donne Shuar amazzoniche che protestano contro le miniere e le trivellazioni petrolifere nella foresta amazzonica
Donne Shuar amazzoniche che protestano contro le miniere e le trivellazioni petrolifere nella foresta amazzonica

La trivellazione petrolifera è un’altra grave minaccia. Può distruggere gli habitat acquatici, colpire i pesci e spostare le popolazioni indigene aggiungendo anche tonnellate di carbonio nell’atmosfera.

L’erosione dovuta alla deforestazione, oltre alle fuoriuscite di petrolio e sostanze chimiche, rappresenta un disastro per le forme di vita che abitano il Rio delle Amazzoni.

Con 2 milioni di abitanti, Manaus è la più grande città sul Rio delle Amazzoni.

Belém, una città con 1,3 milioni di abitanti, si trova alla foce del fiume. Dall’altra parte, Iquitos, una città portuale in Perù, è una porta d’accesso ai villaggi tribali dell’Amazzonia settentrionale.

Più di 500 tribù indigene vivono in Amazzonia, sopravvivendo al largo del fiume e della foresta. Non meno di 60 di queste tribù sono incontattate, completamente isolate dalla civiltà.

Nel 2016, una barriera corallina di oltre mille chilometri è stata scoperta alla foce del Rio delle Amazzoni. La barriera corallina ospita spugne di mare giganti, diversi pesci affascinanti e coralli. È stato concesso lo status protetto come risultato degli sforzi di conservazione da parte di Greenpeace.

Avvolgendo sui fatti circa il Rio delle Amazzoni

Spero che vi sia piaciuto questo lungo elenco di fatti interessanti sul Rio delle Amazzoni.

Mentre ci sono molti più dati e informazioni da condividere su questo luogo unico, penso che questo articolo ti abbia dato una buona idea di come questo fiume è e quali minacce deve affrontare. Il prossimo passo? Fare la differenza!

Ti è piaciuto questo post su Amazon River facts? Poi condividere con qualcuno che apprezzerebbe troppo!

Non dimenticare l’assicurazione di viaggio!

Prima di partire per il Brasile, assicurati di avere una polizza assicurativa di viaggio valida perché gli incidenti accadono sulla strada. Ho pagato per la sicurezza ala assicurazione di viaggio per un po ‘ più di un anno, e li consiglio felicemente alla mia famiglia e gli amici.

Se ti ammali, ti ferisci o hai rubato le tue cose, sarai felice di avere la possibilità di pagare le tue spese mediche o sostituire ciò che è stato rubato.

Perché, solo per un paio di dollari al giorno (a seconda di quanto tempo la vostra politica è per), si sta andando ad ottenere un sacco di cose coperte. Essere intelligenti e ottenere l’assicurazione di viaggio.

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.